Hamburger vegani con lenticchie

Questa ricetta partecipa a:


hamburger di lenticchie

Ingredienti:
500 grammi di lenticchie
2 carote medie
1 zucchina
1 patata
1 cipolla
farina di mais, aglio, olio EVO, salsa di soia, salvia e spezie varie

Procedimento:

In una pentola capiente mettete a bollire in acqua (circa 1 litro) le lenticchie, le carote, la zucchina, la patata, la cipolla tutte tagliate a pezzi grossolani con un po' di dado vegetale. Aggiungete qualche foglia di salvia e spezie a piacere (noce moscata, pepe, curry, paprika...).

Fate cuocere per circa 20 minuti. Le lenticchie devono assorbire l'acqua, ma solo ammorbidirsi un po', restando comunque un po' croccanti, senza spappolarsi. Lo stesso vale per le altre verdure.

Una volta raggiunta la cottura adatta, scolate l'eventuale acqua in eccesso (potete riutilizzarla come brodo) e frullate il tutto nel frullatore, aggiungendo sale, pepe, aglio, spezie di vario genere a seconda del vostro gusto, insaporendo con un po' di salsa di soia e aggiungendo un filo d'olio. Se il composto è troppo morbido aggiungete un po di farina di mais. Se l'avete aggiungete un paio di cucchiani di farina di semi di lino, per aiutare a "legare".

Il composto finale deve essere abbastanza compatto, poco acquoso. Formate quindi degli hamburger con l'accessorio apposito o appiattendo il composto e "tagliandolo" con una formina o un bicchiere.

Potete cuocere gli hamburger al forno, per circa mezz'oretta finchè si incroccantano, o in padella con un po' d'olio.

hamburger di lenticchie al forno




Commenti   

 
0 #1 MaVi 2014-06-05 22:53
Vi ho inserito nella lista degli invitati, grazie di questa bella ricettina che proverò presto!
Complimenti per il vostro bel sito, con calma me lo vado ad esplorare.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Related Articles

E' vegan-boom: lo dice anche Google!

Oramai tuti gli studi e le ricerche lo dicono: in Italia stiamo assistendo ad un vero e proprio boom di vegetariani e vegani. Tutti i giornali ne parlano, chi più e chi meno, e le statistiche...

La pecora, il brigante e i selfie

Stamattina arrivando a Milano sulla mia fida vespetta, vedo una pubblicità su un tram che mi ha molto colpito, ma che per me ha un qualcosa di subdolamente aberrante. Come potete vedere...